Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 4 dicembre 2022

FISCO

Commercialisti indignati per il Daspo, ma il Governo smentisce

CNDCEC e sindacati parlano di una misura inaccettabile e inutile. Per il Sottosegretario Villarosa la proposta «non esiste»

/ Savino GALLO

Giovedì, 3 ottobre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

“Come liberi professionisti a cui lo Stato chiede attività di controllo e presidio, gravandoci di stringenti responsabilità anche penali, restiamo francamente sconcertati da un approccio enfatico che lascia intendere che fino a oggi queste responsabilità non ci fossero”. Quella di Massimo Miani, Presidente del CNDCEC, è solo una delle tante reazioni indignate di ieri alla notizia che il Governo stesse studiando la possibilità di introdurre una sorta di Daspo per i commercialisti.

Si tratterebbe, nello specifico, della possibilità di sospendere temporaneamente o definitivamente l’attività di un professionista abilitato, in caso di certificazione di crediti tributari inesistenti. Una notizia poi smentita dal Sottosegretario al MEF, Alessio Villarosa, il quale, subito dopo aver ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU