X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Omesso modello ISA con possibilità di ravvedimento

Il ravvedimento operoso non fa «rivivere» il regime premiale

/ Alfio CISSELLO

Lunedì, 14 ottobre 2019

La disciplina sanzionatoria connessa alle irregolarità inerenti alla compilazione del modello ISA comporta vari effetti, sia accertativi sia sanzionatori, che, sotto più aspetti, differiscono da quanto era previsto per gli studi di settore.

Per prima cosa, qualsiasi irregolarità nella compilazione degli ISA non ha alcun effetto sulla misura della sanzione da dichiarazione infedele (che, per l’ipotesi base, prevede una pena dal 90% al 180% delle imposte).
Invece, prima del DLgs. 24 settembre 2015 n. 158, alcune irregolarità nella compilazione del modello degli studi di settore comportavano un innalzamento, a seconda dei casi, del 10% o del 50%, della sanzione da dichiarazione infedele.

La radicale omissione del modello ISA, tuttavia, in maniera simile a quanto era previsto per gli studi di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU