X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 26 febbraio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Bollo auto nel passivo fallimentare con privilegio

La Cassazione ha ribadito che il privilegio ex art. 2752 c.c. ultimo comma assiste il credito per la tassa automobilistica sia regionale che provinciale

/ Arianna ZENI

Sabato, 2 novembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione, con la recente ordinanza n. 24836/2019, si è pronunciata sull’ambito applicativo dell’art. 2752 c.c., che prevede un privilegio sulla generalità dei mobili del debitore a tutela dei crediti dello Stato per ogni tributo diretto, comprese le imposte comunali e provinciali e, più nello specifico, sul credito relativo alla tassa automobilistica regionale.

In particolare, nel caso di specie, era stata proposta da una Regione opposizione allo stato passivo del fallimento di una società per il riconoscimento del privilegio del credito, già ammesso, relativo alla tassa automobilistica regionale.
La richiesta – respinta poi dal Tribunale – era stata fondata sul disposto di cui all’art. 2752, ultimo comma, c.c. (o in subordine, ex art. 2758, comma 1 c.c.).
La Regione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU