X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Compensazioni IRPEF/IRES inibite senza previa dichiarazione

La compensazione volontaria tra rimborsi e ruoli diventa obbligatoria

/ Alfio CISSELLO e Massimo NEGRO

Venerdì, 11 ottobre 2019

La prima bozza di decreto fiscale contiene una serie di norme volte a reprimere le indebite compensazioni, essendo, questo, un fenomeno purtroppo divenuto frequente specie negli ultimi anni.
In primo luogo, si propone di modificare l’art. 17 del DLgs. 241/97, prevedendo che, altresì per i crediti relativi alle imposte sui redditi e IRAP, la compensazione sia subordinata alla previa presentazione della dichiarazione da cui il credito emerge.
Così, analogamente a quanto già avviene per i crediti IVA, se il credito, ad esempio derivante da ritenute di acconto subite in eccesso, non risulta dalla dichiarazione preventivamente trasmessa, il modello F24 contenente la compensazione potrà essere bloccato.

Sono già arrivate, sul punto, le osservazioni del CNDCEC. Il Presidente Miani, opportunamente, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU