X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 13 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Commercialisti contro la manovra per flat tax e compensazioni

Il passo indietro sulla tassazione agevolata e le nuove sanzioni sugli F24 scartati destano perplessità: «Lavoratori autonomi nel mirino»

/ Savino GALLO

Venerdì, 18 ottobre 2019

Questa manovra “si interessa del mondo del lavoro autonomo solo in termini di sottrazione di risorse a favore di altri comparti”. È decisamente negativo il giudizio dei commercialisti sui provvedimenti che, stando al documento programmatico di bilancio 2020, dovrebbero finire in legge di bilancio e nel decreto fiscale collegato.

A destare perplessità soprattutto il passo indietro sulla flat tax per le partite IVA, con l’abolizione della tassazione agevolata al 20% per chi fattura tra 65.001 e 100 mila euro (che sarebbe dovuta entrare in vigore dal 1° gennaio prossimo) e la reintroduzione dei limiti massimi di spesa per beni strumentali e collaboratori per chi è sotto i 65 mila, e la stretta sulle compensazioni, con tanto di nuova sanzione da mille euro per ogni F24 scartato  ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU