X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 22 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Un solo allegato alla comunicazione per lavoro intermittente via PEC

Se alla PEC sono allegati più modelli UNI Intermittenti si genera un errore nel sistema che non consente il loro caricamento

/ Mario PAGANO

Sabato, 19 ottobre 2019

La comunicazione per lavoro intermittente, ove effettuata a mezzo e-mail, deve contenere un unico allegato, onde evitare errori di caricamento dei moduli e, conseguentemente, di alimentazione della banca dati delle comunicazioni.
Questo è quanto emerge dalla nota n. 8716 del 9 ottobre, con la quale l’INL ha fornito chiarimenti ai propri uffici territoriali in ordine alla corretta modalità di invio del modello UNI Intermittenti.

L’art. 15 comma 3 del DLgs. 81/2015, al fine di evitare che la singola chiamata, con la relativa retribuzione e contribuzione, venga occultata e, quindi, non registrata sul libro unico del lavoro, impone al datore di lavoro, prima dell’inizio della prestazione lavorativa o di un ciclo integrato di prestazioni di durata non superiore a 30 giorni, di effettuare

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU