X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 23 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Continua la fase di rialzo dei tassi

Le attese di mercato sull’Euribor 3 mesi salgono ancora di circa 5 centesimi; per i prossimi 20 anni non è attualmente atteso sopra lo 0,85%

/ Stefano PIGNATELLI

Sabato, 19 ottobre 2019

La settimana vede un nuovo rialzo dei tassi di interesse. I tassi Irs salgono di circa 5 centesimi su tutte le scadenze: il 2 anni è a -0,37%, il 5 anni a -0,28% e il 10 anni torna in territorio positivo (0,02%).

Le attese di mercato sull’Euribor 3 mesi salgono ancora di circa 5 centesimi; si increspa anche il fixing Euribor (-0,41%). Questo livello stando alla curva forward dovrebbe trovare conferma per la restante parte dell’anno, poi nel successivo è previsto un minimo a -0,47% a fine 2020 contro il -0,60% di inizio ottobre.
Un ritorno ai livelli attuali è atteso per dicembre 2021; -0,30% per fine 2022; -0,20% per marzo 2024; -0,10% per fine 2024. Un ritorno in territorio positivo è visto per l’estate 2025; per i prossimi 20 anni non è attualmente atteso un Euribor 3 mesi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU