X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 11 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dietrofront sul forfetario, nessuna determinazione analitica del reddito

Il mantenimento del criterio forfetario di determinazione del reddito è confermato dal Viceministro all’Economia, Antonio Misiani

/ Paola RIVETTI

Mercoledì, 23 ottobre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Tra gli interventi al regime forfetario, di cui alla L. 190/2014, menzionati nel documento programmatico di bilancio inviato all’Ue, risultava l’introduzione di un regime analitico di determinazione del reddito (si veda “Restyling del regime forfetario nella prossima legge di bilancio” del 19 ottobre 2019).

È di ieri, tuttavia, l’annuncio di un passo indietro: la prossima legge di bilancio, infatti, non modificherà l’attuale criterio forfetario di determinazione del reddito d’impresa o di lavoro autonomo soggetto ad imposta sostitutiva (del 15% o del 5%), mantenendo quindi l’applicazione di coefficienti di redditività differenziati in base alla tipologia di attività.

La conferma arriva dal Viceministro all’Economia, Antonio Misiani, che, dall’assemblea ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU