X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 7 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

REDDITI 2018 ravvedibile entro il 2 dicembre con riduzione a 1/8

La postergazione del termine per la dichiarazione al 2 dicembre si riflette sul ravvedimento operoso

/ Alfio CISSELLO

Sabato, 9 novembre 2019

La postergazione del termine di presentazione della dichiarazione dei redditi e IRAP al 30 novembre, disposta dall’art. 4-bis comma 2 del DL 34/2019 ha riflesso anche sul versante dei termini per eseguire il ravvedimento operoso.
In special modo, si allude al versamento delle sanzioni dichiarative nonché alle violazioni sui tardivi versamenti di imposte, commessi nei periodi d’imposta precedenti.

Si rammenta che la violazione da dichiarazione infedele è punita con una sanzione base dal 90% al 180% della maggiore imposta (art. 1 del DLgs. 471/97), mentre se si tratta di omessi versamenti di imposte dichiarate la sanzione è pari al 30% dell’importo non versato (detta sanzione viene ridotta al 15% in caso di tardivo pagamento contenuto nei 90 giorni).

Circoscrivendo il discorso ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU