X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 4 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Partecipazione ad affidamenti pubblici condizionata con domanda di concordato

Assonime analizza le nuove norme che coordinano la disciplina amministrativa e concorsuale

/ Antonio NICOTRA

Martedì, 12 novembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la circolare Assonime n. 22/2019, vengono esaminate le modifiche introdotte dal DLgs. 14/2019 (Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza) e dall’art. 2 del DL 32/2019 conv. L. 55/2019 (decreto Sblocca-Cantieri) al Codice dei contratti pubblici (DLgs. 50/2016). Le nuove norme coordinano la disciplina amministrativa e quella concorsuale per le imprese che contrattano con la Pubblica Amministrazione, ponendo fine ad alcuni contrasti giurisprudenziali.

Il DLgs. 14/2019 (CCII) ha introdotto alcune novità, che riguardano: il rinvio espresso del DLgs. 50/2016 al Codice della crisi (così chiarendo il rapporto di genere a specie tra le due discipline); il riconoscimento alle imprese che depositano una domanda di concordato in bianco della facoltà di partecipare alle nuove procedure;

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU