X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 24 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Solo la transazione che non prevede pagamenti sconta il Registro fisso

La tassazione degli accordi transattivi, ai fini dell’imposta di registro, muta a seconda del contenuto dell’atto

/ Anita MAURO

Giovedì, 14 novembre 2019

La transazione va assoggettata ad imposta di registro fissa solo ove non preveda alcun obbligo di pagamento. Lo afferma la Corte di Cassazione nella pronuncia n. 29382, depositata ieri.
La sentenza ricorda che, a norma dell’art. 29 del DPR 131/86, la tassazione degli accordi transattivi, ai fini dell’imposta di registro, muta a seconda del contenuto dell’atto. 

Infatti, l’art. 29 del DPR 131/86 dispone che per “le transazioni che non importano trasferimento di proprietà o trasferimento o costituzione di diritti reali l’imposta si applica in relazione agli obblighi di pagamento che ne derivano senza tenere conto degli obblighi di restituzione né di quelli estinti per effetto della transazione; se dalla transazione non derivano obblighi

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU