X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 30 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Visualizzare il file fattura non comporta la conservazione per il forfetario

/ Luca BILANCINI

Mercoledì, 27 novembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la FAQ 110, pubblicata lo scorso 19 luglio 2019, l’Agenzia delle Entrate ha posto fine alla questione relativa all’obbligo di conservazione delle fatture elettroniche ricevute dai forfetari, sottolineando l’importanza del fatto che tali soggetti conservino “in modo analogico” le fatture ricevute, indipendentemente dalla modalità di ricezione delle stesse.

Aveva destato non poche perplessità, infatti, l’affermazione contenuta nella precedente FAQ 26 del 27 novembre 2018, secondo cui i forfetari non erano tenuti a conservare elettronicamente le e-fatture ricevute soltanto nel caso in cui non avessero comunicato al cedente/prestatore il proprio indirizzo di posta elettronica certificata o un codice destinatario attraverso cui ricevere i documenti.

Interpretando ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU