X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 13 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Disponibile la procedura informatica per l’incentivo all’assunzione di percettori di Rdc

/ REDAZIONE

Sabato, 16 novembre 2019

L’INPS, facendo seguito al messaggio n. 4099/2019 (si veda “Modulo per l’incentivo Rdc disponibile entro il 15 novembre” del 12 novembre 2019), con comunicato stampa di ieri ha reso noto di aver rilasciato la procedura informatica per richiedere l’incentivo introdotto dal DL n. 4/2019 (conv. L. n. 26/2019) per l’assunzione dei percettori di reddito di cittadinanza, che spetta ai datori di lavoro che assumano con contratto di lavoro subordinato a tempo pieno e indeterminato tali beneficiari.

Si ricorda che l’incentivo, introdotto dall’art. 8 del DL 4/2019 sotto forma di esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali (a esclusione dei premi INAIL), spetta ai datori di lavoro a condizione che abbiano comunicato alla piattaforma digitale Rdc le disponibilità dei posti vacanti e che, su tali posti e alle condizioni comunicate, assumano un soggetto percettore del beneficio.

Il suo ammontare equivale all’importo mensile del reddito di cittadinanza spettante al lavoratore al momento dell’assunzione, fino a un massimo di 780 euro al mese, per una durata pari alla differenza tra le 18 mensilità spettanti e le mensilità già godute dal beneficiario fino alla data di assunzione, con un minimo pari a cinque mensilità.

TORNA SU