X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 11 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

L’OdV non ha poteri impeditivi autonomi

Gli obblighi di controllo sono il presupposto per escludere la responsabilità dell’ente per reati-presupposto di soggetti qualificati

/ Guglielmo GIORDANENGO

Sabato, 23 novembre 2019

La nuova edizione del manuale “Modello organizzativo DLgs. 231 e Organismo di vigilanza” a cura del Gruppo multidisciplinare dell’ODCEC Torino sul sistema dei controlli nelle società ed enti e DLgs. 231 ritorna sulla querelle, sempre attuale, circa la sussistenza di una posizione di garanzia gravante sui componenti degli Organismi di vigilanza ex DLgs. 231/2001, con la conseguente configurabilità della particolare fattispecie di concorso eventuale di persone nel reato-presupposto realizzato da uno dei soggetti apicali ovvero sottoposti, nell’interesse o a vantaggio dell’ente, con responsabilità penale dei componenti dell’OdV caratterizzata e perfezionata però mediante apporto omissivo (ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 110 ss. c.p.).

In termini ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU