X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 30 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Disoccupazione agricola anche per chi era assunto a tempo indeterminato

/ Daniele SILVESTRO

Sabato, 30 novembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il processo di riforma riguardante le indennità di disoccupazione è iniziato con la L. 92/2012 con l’abrogazione delle vecchie indennità di disoccupazione ordinaria e con requisiti ridotti e la contestuale introduzione dell’ASpI e della mini ASpI.
Successivamente, il decreto attuativo del Jobs Act (DLgs. 22/2015) ha nuovamente riordinato la materia degli ammortizzatori sociali che agiscono in caso di cessazione del rapporto di lavoro, abrogando le precedenti indennità e istituendo la NASpI e la DIS-COLL.

Tuttavia, questi processi di riforma non hanno intaccato le indennità di disoccupazione previste per i lavoratori del settore agricolo ex art. 32 della L. 264/1949, attesa la natura peculiare delle stesse; difatti lo scopo di quest’ultime è quello di integrare il reddito, e

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU