X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 23 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Indennizzo per cessazione di attività commerciale con platea più ampia

Il DL 101/2019 convertito ha esteso la fruizione anche a coloro che hanno cessato l’attività nel 2017 e nel 2018

/ Noemi SECCI

Lunedì, 25 novembre 2019

Ai sensi del DLgs. 207/96, gli iscritti presso la Gestione commercianti dell’INPS che esercitano determinate attività hanno diritto, in presenza di specifici requisiti, a una prestazione di accompagnamento alla pensione di vecchiaia, denominata indennizzo per la cessazione dell’attività commerciale.

In particolare, il sussidio in questione spetta agli iscritti alla Gestione commercianti dell’INPS che esercitano attività commerciale al minuto in sede fissa, attività commerciale su aree pubbliche ed attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, in qualità di titolari o coadiutori. Va altresì detto che tra i beneficiari rientrano anche gli agenti e rappresentanti di commercio.

Ai fini del diritto al sussidio è necessario aver cessato l’attività, ossia aver

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU