X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 24 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Escluso il recesso «ad nutum» dalle società con durata eccessiva

Il Tribunale di Milano non ritiene applicabile la previsione dettata per le società a tempo indeterminato

/ Maurizio MEOLI

Sabato, 30 novembre 2019

Nell’ambito di una spa avente come socie tre società, costituita nel 1995 con durata fino al 2100, non è applicabile la disciplina dettata per le società costituite a tempo indeterminato dall’art. 2437 comma 3 c.c., con conseguente impossibilità di recedere ad nutum con il preavviso di 180 giorni (salva previsione statutaria di un termine di preavviso maggiore, ma non superiore a un anno).
Ad affermarlo è il Tribunale di Milano, nella sentenza n. 5972/2019 (ripresa, dopo pochi giorni, dalla sentenza n. 6360/2019), in contrasto con quanto stabilito dalla Cassazione n. 9662/2013 (nonché implicitamente da App. Milano n. 1415/2010), in relazione alla analoga disciplina stabilita, per le srl, dall’art. 2473 comma 2 c.c.

I giudici milanesi dichiarano di condividere le considerazioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU