X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 14 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Rimodulazione degli interessi fiscali di nuovo in arrivo

Il legislatore ci riprova, ma è stata già espunta l’entrata in vigore dal 2020

/ Alfio CISSELLO

Sabato, 14 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Durante l’iter di conversione in legge del DL 124/2019 un emendamento ha proposto di rimodulare i tassi di interesse fiscali.
Non si tratta, a ben vedere, di una novità.
L’art. 13 del DLgs. 24 settembre 2015 n. 159 aveva stabilito che il tasso di interesse per il versamento, la riscossione e il rimborso di ogni tributo avrebbe dovuto essere determinato possibilmente in maniera unica, compresa tra lo 0,5% e il 4,5%, con decreto del Ministro dell’Economia e delle finanze.
Tale decreto avrebbe dovuto essere emanato entro 90 giorni dall’entrata in vigore del DLgs. 24 settembre 2015 n. 159.
Ad oggi, non è stato emanato.

Il legislatore, quindi, ci riprova, con l’art. 37 comma 1-ter del DL 124/2019, introdotto in sede di conversione, sancendo: “Il tasso di interesse ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU