X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 26 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Adempimenti fiscali a ritmo serrato anche nel 2020

La dichiarazione IVA per il 2019 è anticipabile al 2 marzo, evitando l’ultima comunicazione LIPE. Per REDDITI e IRAP la scadenza è il 30 novembre

/ Emanuele GRECO e Massimo NEGRO

Lunedì, 10 febbraio 2020

Volendo tirare le fila dopo la legge di bilancio sulle principali scadenze fiscali, anche per l’anno 2020 il calendario si presenta fitto di adempimenti e ben lontano dall’auspicata semplificazione.

Il primo appuntamento è rappresentato dalla comunicazione delle liquidazioni periodiche (LIPE) relative al quarto trimestre 2019, includendo quindi anche le informazioni sul metodo di calcolo dell’acconto IVA (rigo VP13), da effettuarsi entro il 2 marzo 2020, in quanto l’ultimo giorno di febbraio (29) cade di sabato.

Da quest’anno è, altresì, possibile, per effetto dell’art. 12-quater del DL 34/2019, anticipare la presentazione della dichiarazione IVA relativa al 2019 entro la predetta data del 2 marzo 2020, includendo i dati delle liquidazioni periodiche dell’ultimo

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU