X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 26 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Detrazione IVA per le erogazioni liberali nell’emergenza

Superato il limite dell’inerenza per gli acquisti effettuati al di fuori dell’esercizio di impresa, arte o professione

/ Emanuele GRECO

Martedì, 26 maggio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel Ddl. di conversione del decreto legge “liquidità” (DL 23/2020) si prevede il riconoscimento del diritto alla detrazione dell’IVA gravante sugli acquisti di beni ceduti a titolo di erogazione liberale.
A tal fine, verrebbe implementato l’art. 66 del DL 18/2020 (“Cura Italia”) che già prevede una specifica disciplina agevolativa ai fini delle imposte dirette, sottoforma di detrazioni IRPEF/IRES o di deduzioni dal reddito d’impresa.

Stando alla formulazione del testo emendato durante l’iter di conversione, su cui oggi si vota alla Camera la questione di fiducia, il diritto alla detrazione dell’IVA “a monte” dovrebbe essere riconosciuto:
- sul piano soggettivo, alla generalità dei soggetti passivi IVA, in quanto esercenti attività ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU