X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 13 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Professionisti, in dodici anni valore aggiunto in picchiata

Il comparto è quello che ha subito più di tutti gli effetti della crisi del 2008. Il forte aumento degli occupati ha ridotto la produttività

/ Savino GALLO

Giovedì, 4 giugno 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Benché buona parte della politica li consideri ancora lavoratori “privilegiati”, prova ne è la recente esclusione dai contributi a fondo perduto previsti dal decreto “Rilancio”, i professionisti sono quelli che più di tutti hanno visto contrarre il proprio reddito negli ultimi 12 anni, ovvero dalla crisi del 2008.

A fare i conti ci ha pensato l’osservatorio di Consiglio e Fondazione nazionale dei commercialisti, che ha analizzato i dati di tutti i principali comparti produttivi. Quello dei liberi professionisti ha fatto registrare un calo della produttività di oltre il 20%, con una contrazione media del reddito di circa 13 mila euro per ogni singolo occupato.

Tali numeri sono dovuti, in parte, alla forte crescita della domanda di servizi, mentre negli altri settori ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU