X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

In fase di prima applicazione richieste di anticipo CIG entro il 3 luglio

L’INPS comunica il termine di presentazione delle domande per i periodi di sospensione iniziati prima del 18 giugno 2020

/ Luca MAMONE

Martedì, 30 giugno 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 22-quater comma 4 del DL 18/2020 (decreto “Cura Italia”), introdotto dal DL 34/2020 (c.d. decreto “Rilancio”), intervenendo con riferimento ai trattamenti di integrazione salariale in deroga con causale COVID-19 concessi dopo le prime 9 settimane di fruizione, prevede che, in occasione della richiesta di pagamento diretto, l’INPS autorizzi le domande e disponga l’anticipazione di pagamento del trattamento, nella misura del 40% delle ore autorizzate nell’intero periodo, entro 15 giorni dal ricevimento delle domande stesse.

In virtù del richiamo operato dal successivo art. 22-quinquies del decreto “Cura Italia”, anch’esso introdotto dal DL 34/2020, la predetta disciplina dell’anticipo del pagamento diretto trova applicazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU