X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 14 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione non concede le dilazioni da COVID-19

Per alcuni uffici non si deve essere decaduti da dilazioni antecedenti alla domanda di rottamazione

/ Giorgio INFRANCA e Pietro SEMERARO

Martedì, 7 luglio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il DL “Rilancio”, il cui Ddl. di conversione è all’esame dell’Aula della Camera, fra le diverse misure di sospensione dei termini amministrativi è intervenuto anche con riguardo ai pagamenti derivanti dalla “pace fiscale”, compresi quelli inerenti la c.d. rottamazione-ter (cfr. art. 154 del DL 34/2020).

L’art. 3 del DL 119/2018 – con cui erano stati nuovamente aperti i termini per la definizione agevolata dei carichi affidati alla riscossione – ha previsto un meccanismo di decadenza dal beneficio della rottamazione piuttosto stringente; in particolare, il comma 14 dell’art. 3 citato dispone che la rottamazione perde efficacia in caso di omesso, tardivo o insufficiente versamento nei termini di una qualsiasi delle quattro rate annuali (in scadenza ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU