X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 10 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Da Fondoprofessioni ed Ebipro sostegno per lo sviluppo dello smart working negli studi

/ REDAZIONE

Martedì, 14 luglio 2020

x
STAMPA

Con un comunicato pubblicato ieri, Confprofessioni ha reso noto che, con l’Avviso n. 09/2020, Fondoprofessioni in sinergia con Ebipro ha deliberato lo stanziamento di 200 mila euro per il rimborso integrale della quota di partecipazione ai corsi in materia di gestione, organizzazione e sviluppo dello smart working negli studi professionali.

La domanda di accesso al finanziamento, che ricade nell’ambito di applicazione degli “aiuti di Stato”, è riservata agli studi professionali e alle aziende aderenti a Fondoprofessioni che abbiano già richiesto e ottenuto da Ebipro il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto delle strumentazioni necessarie per lo smart working.
Il rimborso è pari al 100% dell’imponibile IVA di ogni singola iniziativa, fino a un valore complessivo massimo di 200 euro e il 100% del contributo richiesto dovrà essere pari o superiore a 50 euro.

L’attività formativa è destinata al personale dipendente degli studi e delle aziende aventi diritto, che possono presentare la domanda, almeno sette giorni prima dell’inizio dell’attività formativa scelta, accedendo alla piattaforma informatica di Fondoprofessioni, scegliere il corso a catalogo accreditato di proprio interesse in materia di smart working e caricare l’istanza allegando i documenti di identità del rappresentante e del dipendente.
Le domande ammissibili avranno accesso al finanziamento, fino a esaurimento fondi, secondo la logica dello sportello.

TORNA SU