X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 14 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Presentazione differenziata per le domande di CIGO

Per i trattamenti ordinari COVID-19 si prospetta una duplice procedura in occasione della richiesta delle 5 settimane aggiuntive

/ Luca MAMONE

Martedì, 14 luglio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la circ. n. 84/2020, pubblicata il 10 luglio scorso, l’INPS ha illustrato le principali novità apportate dal DL 34/2020 (c.d. decreto “Rilancio”) alla disciplina dei trattamenti di integrazione salariale con causale COVID-19, così come in origine prevista dal DL 18/2020, e più di recente modificata dal DL 52/2020.

Giova ricordare che ancor prima della pubblicazione della circolare in questione, si era diffusa tra professionisti e aziende una certa preoccupazione, riconducibile a un’interpretazione delle norme in materia di presentazione delle domande di CIGO e assegno ordinario COVID-19 espressa con parere fornito dal Ministero del Lavoro e riferito proprio alla bozza della circ. n. 84/2020.
La questione riguarda la possibilità, concessa alle aziende dal comma 1 dell’art. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU