X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 29 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Amministratori non esecutivi e sindaci «senza scampo» nelle banche

La Cassazione conferma le sanzioni amministrative irrogate dalla Banca d’Italia

/ Maurizio MEOLI

Sabato, 19 settembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Cassazione, con due sentenze depositate ieri (la n. 19556 e la n. 19559), conferma le sanzioni amministrative comminate dalla Banca d’Italia ad un consigliere privo di deleghe e ad un sindaco di due intermediari finanziari, rispettivamente, per carenze nell’organizzazione e nei controlli interni, quanto al consigliere non esecutivo, e per omesse o illecite segnalazioni all’autorità di vigilanza, quanto al sindaco.
Le decisioni, per quanto attinenti ad un settore peculiare, esprimono principi di sicuro interesse, che è opportuno mettere in evidenza.

La Cassazione n. 19556 riprende quanto già affermato dalla pronuncia n. 24851/2019, secondo la quale, l’amministratore non esecutivo di una banca è responsabile delle carenze organizzative della stessa se non si è concretamente ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU