X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 29 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Trattamenti di integrazione salariale ed esonero contributivo alternativi

Il datore di lavoro che accede all’esonero non potrà richiedere ulteriori trattamenti collegati all’emergenza COVID-19

/ REDAZIONE

Sabato, 19 settembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’INPS, con la circolare n. 105 pubblicata ieri in serata, ha fornito le prime indicazioni per la gestione degli adempimenti previdenziali connessi all’esonero contributivo previsto dall’art. 3 del DL 104/2020 (DL “Agosto”), annunciando l’uscita di un successivo messaggio con le istruzioni operative.

Si ricorda che la citata disposizione riconosce ai datori di lavoro del settore privato, anche non imprenditori (con esclusione di quello agricolo), un esonero dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico, per una durata massima di 4 mesi, fruibile entro il 31 dicembre 2020 e a condizione che i medesimi non richiedano i nuovi interventi di integrazione salariale di cui all’art. 1 del DL 104/2020.

I datori di lavoro devono inoltre aver già fruito, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU