X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 29 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / TUTELA DEL PATRIMONIO

Operazioni di gestione di fondi comuni d’investimento non esenti da IVA

I giudici europei confermano l’imponibilità, in quanto si tratta di un servizio unitario concepito per la gestione dei fondi

/ Stefania BARSALINI

Venerdì, 25 settembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la pronuncia del 2 luglio 2020 relativa alla causa C-231/19, la Corte di Giustizia è intervenuta su un contenzioso avente a oggetto l’esenzione dall’IVA delle operazioni di gestione di fondi comuni d’investimento prevista all’art. 135, par. 1, lett. g) della Direttiva 2006/112/Ce.
Oggetto della sentenza è il trattamento fiscale di servizi di gestione di fondi consistenti in analisi di mercato, monitoraggio delle prestazioni e dei rischi in funzione di decisioni di investimento, vigilanza sul rispetto della normativa vigente; servizi che sono resi, tramite una piattaforma informatica, come una prestazione unica a favore di una società di gestione di fondi comuni d’investimento e di altri fondi.

Si pone quindi il dubbio se, in caso di utilizzo dei servizi descritti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU