X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 20 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Fiducia sull’Italia, rendimento e spread in calo

Continua l’ottimo momento della carta italiana, la tendenza è iniziata con le decisioni europee sul Recovery fund e quelle della Bce sul Pepp

/ Stefano PIGNATELLI

Sabato, 3 ottobre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La settimana ha visto un lieve calo dei rendimenti Bund a 10 anni a -0,55% (stabili le altre scadenze), un più marcato calo dei Btp con il 10 anni a 0,79% da 0,88% e con le scadenze brevi che, seppur in modo inferiore continuano a scendere. Lo spread Btp-Bund si contrae ulteriormente portandosi sotto 135 bps. Lo spread a 2 anni è sotto i 45 bps, quello a 3 anni è a 60, quello a 4 anni a 80 e a 5 anni è sotto l’1% (92 bps; segui tassi e valute su www.aritma.eu).

La percezione del rischio Italia è andata modificandosi dopo le decisioni sul Recovery: gli acquisti della Bce stanno facendo il resto, ma a essi si aggiungono gli acquisti sempre più consistenti degli stranieri.
Se, come sembrerebbe, è iniziata una fase strutturale di maggior condivisione del debito comunitario, potrebbe esserci

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU