X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 gennaio 2021

CONTABILITÀ

Il tesoriere degli enti locali riduce il suo ruolo a «cassiere»

I prospetti dell’allegato 8 del DLgs. 118/2011 sono allegati alle variazioni di bilancio solo quando il tesoriere deve effettuare controlli sui pagamenti

/ Marco CASTELLANI

Sabato, 3 ottobre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dopo il primo intervento di “semplificazione” avvenuto con l’abrogazione dei commi 1 e 3 dell’art. 216 del TUEL, che prevedevano l’obbligo in capo ai tesorieri degli enti locali di effettuare i pagamenti nei limiti degli stanziamenti di bilancio e di acquisire il bilancio di previsione e le variazioni di bilancio, il legislatore è ritornato sulla materia con l’art. 52, comma 1 del DL 14 agosto 2020 n. 104.
Infatti, in attesa della conversione in legge del provvedimento, sono stati abrogati coerentemente anche i commi 4 e 6 dell’art. 163 e il comma 9-bis dell’art. 175 del TUEL.

In pratica (si rimanda alla newsletter di Sintesi & Risorse https://www.sintesierisorse.it/wp-content/uploads/2020/09/NEWSLETTER-SETTEMBRE-2020.pdf), vengono abrogate le seguenti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU