X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 gennaio 2021

LAVORO & PREVIDENZA

Ulteriori sei settimane di CIG COVID-19 con possibile contributo addizionale

Il decreto Ristori ripropone anche, in via alternativa, la fruizione dell’esonero contributivo previsto dal DL 104/2020

/ Luca MAMONE

Mercoledì, 28 ottobre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Tra le novità presenti nel decreto legge c.d. “Ristori” approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, assume particolare rilievo l’ulteriore concessione di trattamenti di integrazione salariale ordinaria e in deroga con causale emergenziale COVID-19.

Rimane sostanzialmente inalterato il meccanismo di concessione già definito con il DL 104/2020, con la possibile applicazione di un contributo addizionale a carico delle aziende richiedenti.
In particolare, il nuovo provvedimento riconosce ai datori di lavoro che sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19 la possibilità di presentare domanda di concessione dei trattamenti di CIGO, assegno ordinario e CIG in deroga ex DL 18/2020 (c.d. decreto “Cura ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU