X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 gennaio 2021 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Esteso l’accesso ai servizi INPS «Domanda fondo di Garanzia» e «Notifica cessione TFR in garanzia»

/ REDAZIONE

Mercoledì, 25 novembre 2020

x
STAMPA

Con il messaggio 4410/2020 pubblicato ieri, l’INPS ha reso noto che a partire dal mese di ottobre anche le società di recupero stragiudiziale dei crediti titolari della licenza prevista dall’art. 115 del RD 773/31 possono accedere ai servizi “Domanda fondo di Garanzia” e “Notifica cessione TFR in garanzia”.
Tali servizi sono destinati, in particolare, alle aziende operanti nel settore del credito al consumo, banche e società finanziarie, e ai soggetti a esse subentrate con diritto di rivalsa nei confronti del lavoratore.

L’Istituto ricorda, innanzitutto, che il primo di questi servizi consente ai cessionari del credito l’invio, tramite canale web, delle domande di accesso alle prestazioni erogate dal Fondo di garanzia per il TFR, istituito dall’art. 2 della L. 297/82. Le istruzioni di dettaglio del servizio sono state illustrate dall’INPS con il messaggio n. 1627/2018.

Invece, l’INPS, con il secondo servizio (Notifica cessione TFR in garanzia), consente ai medesimi cessionari di notificare all’Istituto il contratto di cessione del TFR a garanzia di un prestito, rimandando al messaggio n. 2506/2018 per le istruzioni di dettaglio.

Sotto il profilo operativo, i soggetti incaricati dalle aziende dovranno richiedere l’abilitazione utilizzando il modulo “AA03”, reperibile nel sito www.inps.it al percorso “Prestazioni e servizi”, “Moduli”, digitando il nome del modulo nel campo “Codice modulo”.

TORNA SU