X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 1 marzo 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Trattamenti CIG agli ex dipendenti da assoggettare a ritenuta alla fonte IRPEF

Il precedente datore di lavoro dovrà anche certificare le somme e presentare il modello 770

/ REDAZIONE

Mercoledì, 20 gennaio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la risposta a interpello n. 47, l’Agenzia delle Entrate ha fornito indicazioni in merito agli adempimenti fiscali che il sostituto d’imposta deve effettuare in relazione alla corresponsione di trattamenti di integrazione salariale a dipendenti che, all’atto di erogazione di detti emolumenti, hanno cessato il rapporto di lavoro.

Nella fattispecie in esame, la società istante ha sospeso la propria attività a causa dell’emergenza sanitaria da COVID-19 e richiesto la CIG in deroga che, ai sensi del DL 18/2020 (“Cura Italia”), è stata canalizzata attraverso il Fondo di solidarietà bilaterale e la Regione. Inoltre, l’indennità non è erogata direttamente al dipendente, ma cumulativamente all’azienda, bonificando una somma complessiva lorda.
Tuttavia, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU