X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 6 marzo 2021 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Riprogrammata la campagna di accertamento in vita dei pensionati residenti all’estero

/ REDAZIONE

Giovedì, 21 gennaio 2021

x
STAMPA

Con il messaggio n. 225/2021, l’INPS rende nota un’ulteriore riprogrammazione del calendario delle campagne di accertamento dell’esistenza in vita dei pensionati residenti all’estero, stabilite con il precedente messaggio n. 3102/2020 per gli anni 2020/2021, ciò a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria da COVID-19.

In particolare, viene differito di 3 mesi il termine finale per la restituzione delle attestazioni, inizialmente previsto a febbraio 2021, per i pensionati residenti nel Continente americano, Paesi scandinavi, Stati dell’est Europa e Paesi limitrofi, Asia, Medio ed Estremo Oriente, nonché ai pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania che non hanno potuto portare a termine la precedente verifica avviata ad ottobre 2019.

Pertanto, se il processo di verifica non è portato a termine entro il 7 maggio 2021, il pagamento della rata di giugno 2021 sarà effettuata in contanti presso le Agenzie di Western Union; a partire dalla rata di luglio 2021, il pagamento sarà sospeso in caso di mancata riscossione personale o di mancata produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro il 19 giugno 2021.

Con riferimento ai pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania, ad esclusione dei Paesi Scandinavi e dei Paesi dell’est Europa viene differito di 4 mesi l’avvio della campagna di verifica, previsto a gennaio 2021.

Citibank NA inizierà la spedizione dei moduli di richiesta di attestazione dell’esistenza in vita la prima settimana di maggio 2021, che dovrà pervenire alla banca entro il 7 settembre 2021. Se entro detto termine il processo di verifica non sia completato, il pagamento della rata di ottobre 2021 avverrà in contanti presso le Agenzie di Western Union. Il pagamento della pensione a partire dalla rata di novembre 2021 sarà sospeso in caso di mancata riscossione personale o di mancata produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro il 19 ottobre 2021.

TORNA SU