X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 26 febbraio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Necessaria una valutazione globale per la particolare tenuità

Si richiede un’equilibrata considerazione di tutte le peculiarità della fattispecie concreta per verificarne l’entità del suo complessivo disvalore

/ Maria Francesca ARTUSI

Martedì, 26 gennaio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Per l’affermazione della “particolare tenuità del fatto” è necessaria una valutazione complessiva della condotta da parte del giudice, che non si limiti a un criterio quantitativo, ma che prenda in considerazione tutti i presupposti previsti dall’art. 131-bis c.p.
Così la Corte di Cassazione – nella sentenza n. 2901 depositata ieri – ha richiesto un nuovo giudizio relativamente alla non punibilità concessa all’amministratore di una srl colpevole di non aver versato per due annualità consecutive, entro i termini previsti per la dichiarazione annuale del sostituto d’imposta, ritenute risultanti dalle certificazioni rilasciate ai sostituti per un importo (di poco) superiore quindi alla soglia di punibilità di 150.000 euro prevista dall’art. 10-bis del DLgs.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU