X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 1 marzo 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Con affrancamento contestuale al riallineamento niente vincolo di sospensione

In tal caso non si manifesta l’esigenza di «memorizzare» il debito tributario poiché pagato con l’imposta dovuta per l’affrancamento

/ Luca MIELE e Guerino RUSSETTI

Giovedì, 28 gennaio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il vincolo di sospensione d’imposta sulle riserve o sul capitale è sempre condizione necessaria per il riallineamento tra valori fiscali e valori contabili previsto dall’art. 110 del DL 104/2020, ma non nel caso di affrancamento del valore riallineato. 

In linea generale, per riallineare è necessario allocare un vincolo di sospensione d’imposta su riserve (di utili o capitale) ovvero sul capitale sociale, per un ammontare corrispondente alla differenza tra i (maggiori) valori contabili e i (minori) valori fiscali al netto dell’imposta sostitutiva (3%) dovuta per ottenerne il “riconoscimento” fiscale; la disposizione riguarda “i beni d’impresa e le partecipazioni… ad esclusione degli immobili alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU