X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Il mutuo fondiario rappresenta una specie del credito ipotecario

Permangono i contrasti sulle esposizioni immobiliari nel panorama degli NPL

/ Marco PEZZETTA

Martedì, 6 aprile 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La ristrutturazione di linee di credito a breve termine o a revoca avviene spesso mediante consolidamento e “conversione” in credito fondiario.

La Cassazione n. 7321/2016 ha affermato la liceità di tale operazione nell’ambito degli accordi ex art. 182-bis L. fall., in quanto “comporta una effettiva erogazione di nuova liquidità da parte della banca, funzionale non tanto ad azzerare la precedente esposizione ma a rimodulare l’assetto complessivo tra le parti della situazione debitoria nel contesto di una nuova veste giuridico - economica degli anteriori rapporti, con contestuale assunzione di un nuovo diverso rischio da parte della banca stessa”.

La disciplina del credito fondiario, contenuta essenzialmente negli artt. da 38 a 41 del DLgs. 385/1993 (TUB) e nella ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU