X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Quote di ammortamento deducibili anche senza annotazione nei registri

A richiesta il contribuente deve comunque poter fornire gli stessi dati che sarebbe stato necessario riportare nel registro dei beni ammortizzabili

/ Paola RIVETTI

Giovedì, 18 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’ordinanza n. 7449, depositata ieri, la Cassazione ha riconosciuto la deducibilità delle quote di ammortamento anche in assenza di annotazione sui registri contabili, a condizione che il contribuente sia comunque in grado di fornire gli stessi dati che sarebbe stato necessario riportare nel registro dei beni ammortizzabili.

La pronuncia interessa un consorzio costituito in forma di società cooperativa a responsabilità limitata al quale veniva, tra l’altro, contestata la deduzione di quote di ammortamento in quanto non compiutamente contabilizzate.
Nel giudizio di secondo grado era stata riconosciuta la deduzione degli ammortamenti poiché l’esistenza degli stessi era stata comunque documentata dal consorzio con schede riepilogative per ciascun gruppo di immobilizzazioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU