X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 7 maggio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Realizzo controllato per i conferimenti di partecipazioni qualificate in nuda proprietà

L’Agenzia ritiene questi conferimenti non esclusi a priori dall’ambito di applicazione del regime di cui all’art. 177 comma 2-bis del TUIR

/ Enrico ZANETTI

Mercoledì, 14 aprile 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il conferimento della nuda proprietà di partecipazioni non è escluso a priori dall’ambito di applicazione del regime fiscale di “realizzo controllato”, di cui al comma 2-bis dell’art. 177 del TUIR.
Questa è la conclusione più interessante cui perviene la risposta a interpello Agenzia delle Entrate n. 238, pubblicata ieri.

Il regime di “realizzo controllato”, di cui al comma 2-bis dell’art. 177 del TUIR, può trovare applicazione se le partecipazioni oggetto di conferimento “rappresentano, complessivamente, una percentuale di diritti di voto esercitabili nell’assemblea ordinaria superiore al 2 o al 20 per cento ovvero una partecipazione al capitale o al patrimonio superiore al 5 o 25 per cento, secondo che si tratti di titoli negoziati in mercati

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU