X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nozione ampia di settore alberghiero per la rivalutazione «gratuita»

Il beneficio dovrebbe estendersi a villaggi turistici, affittacamere, campeggi e altre strutture ricettive

/ Gianluca ODETTO

Lunedì, 26 aprile 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La rivalutazione disciplinata dall’art. 6-bis del DL 23/2020 per le imprese alberghiere risulta, allo stato attuale, priva di chiarimenti organici, rappresentando un unicum nel contesto dei provvedimenti di rivalutazione degli ultimi decenni.
La questione maggiormente dubbia riguarda la corretta individuazione dei soggetti ammessi, in quanto la norma fa riferimento non alla natura giuridica, ma al settore di appartenenza. Essa precisa, sotto un profilo letterale, che possono accedere a questa modalità di rivalutazione, gratuita (ma che comporta lo stato di sospensione d’imposta della riserva costituita nel passivo), le imprese “operanti nei settori alberghiero e termale”.

Posto che, come verrà di seguito evidenziato, esistono già documenti dell’Agenzia delle Entrate ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU