X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Per la rappresentatività sindacale non è sufficiente la consistenza associativa

La rappresentatività comparata deriva anche dai dati sintomatici di effettività dell’azione sindacale e di diffusione territoriale

/ Mario PAGANO

Sabato, 1 maggio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Per la prova della maggiore rappresentatività comparata non è sufficiente il dato relativo alla sola consistenza numerica dell’organizzazione sindacale, ma vanno considerati anche ulteriori elementi. L’esito di tale valutazione comparativa conduce all’attribuzione della natura di “leader”. Questo è quanto emerge dalla sentenza del Tribunale di Torre Annunziata del 10 dicembre 2020, la quale, attraverso un’articolata motivazione, scrive un nuovo capitolo sull’annosa questione della rappresentatività, un concetto che è ancora oggi sprovvisto di un’effettiva copertura normativa e che, conseguentemente, risente sempre più delle decisioni della giurisprudenza.

Rispetto al passato, la sentenza del giudice campano offre un nuovo spunto di riflessione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU