ACCEDI
Venerdì, 21 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Depositi telematici in Cassazione fino al 31 luglio

Possibile il deposito cartaceo o misto in attesa del passaggio definitivo al telematico

/ Dario AUGELLO e Gabriella DE MATTIA

Lunedì, 3 maggio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dal 31 marzo 2021 gli avvocati delle parti, compresa l’Avvocatura di Stato, possono depositare in Cassazione tutti gli atti in via telematica, quindi anche ricorsi e controricorsi, nonché memorie e documenti, in virtù della pubblicazione in G.U. del decreto del Ministero della Giustizia del 27 gennaio 2021 rubricato: “Attivazione presso la Corte di cassazione, settore civile, del servizio di deposito telematico degli atti e dei documenti da parte dei difensori delle parti”.

Si rammenta in proposito che il DM è stato emesso in attuazione dell’art. 221, comma 5 del DL 34/2020, disposizione di natura emergenziale introdotta nel luglio 2020 in sede di conversione del DL 34/2020, che prevedeva astrattamente la facoltà di depositare in Cassazione “atti” e “documenti” ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU