X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Prezzo valore anche con acquisto della casa con provvedimento giudiziale

Il bonus prima casa può essere richiesto prima della registrazione della sentenza

/ Anita MAURO

Sabato, 29 maggio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 38 pubblicata ieri, l’Amministrazione finanziaria fornisce alcune indicazioni sul momento in cui esprimere le dichiarazioni necessarie per accedere alle agevolazioni “prima casa” ed al “prezzo valore”, nei casi in cui il trasferimento dell’immobile avviene con provvedimento giudiziale.

Si ricorda, infatti, che l’agevolazione “prima casa”, di cui alla Nota II-bis all’art. 1 della Tariffa, allegata al DPR 131/86, può trovare applicazione anche ove l’acquisto avvenga con provvedimento giudiziale (ad esempio, sentenza che tiene in luogo del contratto definitivo ex art. 2932 c.c., oppure vendita forzata).

L’applicazione del beneficio è subordinata al fatto che l’acquirente ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU