X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Con assunzioni contestuali sanzione unica per omessa verifica del casellario

Sanzione da applicare invece per ciascun lavoratore ai datori che non richiedono il certificato se chi opera con minori è assunto in momenti diversi

/ Mario PAGANO

Lunedì, 21 giugno 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La sanzione prevista per chi non richiede il certificato del casellario giudiziale relativamente a dipendenti da adibire a lavori che comportino contatti diretti e regolari con minori va applicata una sola volta se le assunzioni avvengono contestualmente.
Questo è quanto emerge dalla nota n. 967/2021 con la quale l’Ispettorato nazionale del lavoro (INL) ha fornito al proprio personale chiarimenti in merito ai criteri da adottare nell’applicazione del trattamento sanzionatorio previsto per la violazione dell’art. 25-bis del DPR 313/2002.

Tale disposizione è stata introdotta con l’art. 2 del DLgs. 39/2014 al fine di garantire una maggiore tutela nei confronti dei minori, attraverso un adempimento ad hoc, che mira a verificare l’esistenza di specifici precedenti (prostituzione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU