X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Lezioni dei liberi professionisti imponibili ai fini IVA

L’esenzione riguarda le prestazioni rese da scuole o istituti e non può estendersi ai servizi ricevuti

/ Emanuele GRECO

Giovedì, 8 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

I relatori indipendenti che prestano la propria attività in favore degli Ordini territoriali non possono beneficiare del regime di esenzione IVA previsto, a carattere generale, dall’art. 10 comma 1 n. 20 del DPR 633/72 per le prestazioni di formazione e di aggiornamento professionale rese dal loro committente. Lo ha affermato l’Agenzia delle Entrate, con la risposta a interpello n. 457 di ieri, riferita al trattamento IVA delle prestazioni di docenza rese dai singoli relatori nei confronti di un Ordine organizzatore di corsi di formazione e simili.

Il regime di esenzione IVA di cui all’art. 10 comma 1 n. 20 del DPR 633/72 concerne, tra le altre, le prestazioni didattiche di ogni genere, incluse le prestazioni “per la formazione, l’aggiornamento, la riqualificazione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU