X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Amministratore unico dimissionario in carica fino all’accettazione del nuovo nominato

In mancanza di accettazione l’assemblea è da riconvocare

/ Maurizio MEOLI

Venerdì, 3 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le dimissioni dell’amministratore unico di srl acquistano efficacia con l’accettazione dell’incarico da parte del nuovo amministratore nominato dall’assemblea che lo stesso dimissionario è tenuto a convocare. Ove l’accettazione del nuovo amministratore non dovesse intervenire, l’amministratore dimissionario non può richiedere la nomina di un amministratore giudiziario, ma deve convocare una nuova assemblea, il cui esito infruttuoso può dar luogo alla causa di scioglimento di cui all’art. 2484 comma 1 n. 3 c.c.
A stabilirlo è il Giudice del Registro presso il Tribunale di Milano nel provvedimento del 25 novembre 2020, ma solo recentemente edito.

Nel caso di specie, Tizio, amministratore unico della Alfa srl (avente come unico socio Caio) si dimetteva dalla ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU