X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Conferimento di terreni con sguardo sulla rivalsa IVA

/ Emanuele GRECO e Gianluca ODETTO

Lunedì, 13 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Un’impresa può decidere di conferire un bene immobile in un’altra società, ottenendo, come corrispettivo, una o più partecipazioni nella società conferitaria.

Sotto il profilo IVA, è da considerare che l’art. 2 comma 3 lett. b) del DPR 633/72 esclude dal campo di applicazione dell’imposta il solo conferimento di aziende o rami di azienda.
Pertanto, sono soggette ad IVA, in qualità di “cessioni di beni”, le operazioni di conferimento aventi ad oggetto beni immobili, come nel caso in esame.

Se l’immobile conferito è un terreno edificabile, l’operazione è imponibile ai fini IVA (con aliquota ordinaria), non rientrando tra le fattispecie di esenzione tassativamente previste dall’art. 10 comma 1 del DPR 633/72.
Il conferimento di un fabbricato strumentale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU