Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Al curatore fallimentare l’azione per abusiva concessione di credito

La responsabilità della banca può concorrere con quella degli organi sociali

/ Maurizio MEOLI

Mercoledì, 15 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’erogazione abusiva del credito, perché posta in essere al di fuori di un intento di risanamento aziendale e senza considerare le concrete possibilità di superamento della crisi, integra un illecito della banca finanziatrice che la obbliga al risarcimento dei danni correlati all’aggravamento del dissesto favorito dalla continuazione dell’attività d’impresa con conseguente fallimento. In tal caso, l’azione spetta al curatore fallimentare e la responsabilità della banca può sussistere in concorso con quella degli organi sociali, in via di solidarietà passiva, senza che sia necessario l’esercizio congiunto delle azioni.
È questo, in estrema sintesi, il principio di diritto sancito dalla Cassazione nell’ordinanza n. 24725, depositata ieri, che ribadisce

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU