X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

IMPRESA

I limiti ai contanti contrastano l’evasione fiscale

Le sanzioni possono essere percentuali ma non arrivare al 100% di quanto pagato

/ Maurizio MEOLI

Giovedì, 7 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Giustizia Ue, nella sentenza relativa alla causa n. C-544/19, depositata ieri, ha precisato che una normativa di uno Stato membro che, per il pagamento nel territorio nazionale di un importo pari o superiore a una soglia prefissata, vieti alle persone fisiche e giuridiche di ricorrere a contanti e imponga loro di effettuare un bonifico bancario o un versamento su un conto di pagamento, anche nel caso in cui si tratti della distribuzione di dividendi di una società, non rientra nell’ambito di applicazione della direttiva 2015/849/Ue, relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo.

Tale precisazione attiene ad una legge bulgara che vieta a chiunque (persone fisiche e giuridiche) di effettuare, nel territorio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU