X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 30 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Notifica al rappresentante fiscale sempre valida

/ REDAZIONE

Giovedì, 21 ottobre 2021

x
STAMPA

Le notifiche nei confronti dei contribuenti non residenti possono avvenire, ai sensi dell’art. 60 comma 1 lettera e-bis) del DPR 600/73, anche presso il rappresentante fiscale ove nominato.
Ai fini delle notifiche non rileva, di conseguenza, che il contribuente non fosse tenuto, ai sensi della disciplina IVA, alla nomina del rappresentante fiscale.
Essa è comunque valida essendo un mandatario del contribuente.

Non si può pertanto sostenere che la notifica sia inesistente poiché avvenuta nei confronto di un destinatario diverso da quello dell’atto.

Questi principi sono stati enunciati dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 29136 depositata ieri.
In breve, se il contribuente nomina il rappresentante fiscale, a prescindere dal fatto che esso sia o meno tenuto a farlo, le notifiche eseguite all’indirizzo del medesimo sono valide.

TORNA SU